E’ il Trend N.1: nuovi business model

IFLA TREND REPORT N. 1

New business model

Il paradosso attuale della società è che mentre l’accesso all’informazione sembra a portata di mano finalmente per tutti, diventa sempre più difficile accedervi: questo è il Trend n. 1 nell’IFLA Trend Report (nella traduzione italiana realizzata dai Giovani bibliotecari e aspiranti)- Le biblioteche che hanno la missione di garantire a tutti il diritto ad accedere all’informazione si trovano in competizione con altri attori nel settore, ben più potenti. E’ recente la notizia, pubblicata da La Repubblica 19 luglio 2014 ad esempio di Amazon che per 10 dollari al mese offre libri “no limit”.

Si potrebbe forse dire: “ma le biblioteche italiane si concentrano nel patrimonio e non nell’informazione!” inoltre  “i beni culturali in Italia non hanno ancora una strategia per la digitalizzazione e quindi si tengono fuori dal mercato”! ebbene sembra che anche le biblioteche tradizionali si trovano in competizione nello scenario economico non favorevole della crisi.

Il Centro Studi della Confindustria  ha pubblicato nel dicembre 2013 un interessante rapporto intitolato “Cultura motore dello sviluppo” nella collana Scenari economici in cui si afferma con chiarezza che “non c’è sviluppo senza cultura”! Gli autori sono Mauro Sylos Labini, Alessandro Gambini e Luca Paolazzi e partono dal modello di Cultura a centri concentrici elaborato dall’economista australiano Trosby David “Concentric Circles Models of Cultural Industries” in Cultural Trends, 17 (2008) p 147-164.

Cultura Modello a centri concentrici

Vi state forse chiedendo in quale circolo siano le biblioteche? nell’elenco delle industrie culturali rappresentano il Nucleo Artistico Culturale. La mia impressione è che biblioteche e beni librari siano confinati ad un ruolo di tutela, mentre acquistano rilevanza beni culturali che comprendono il paesaggio, la bellezza, l’arte culinaria, il talento ed il saper fare dei distretti industriali del “rinascimento manifatturiero” (pag. 175).

Quali sono i paradossi che gli autori evidenziano in Italia?

1. Le persone credono nell’importanza della cultura ma non ci partecipano. Ad esempio mentre la produzione editoriale è comparabile con quella di Francia e Spagna, si legge poco (solo il 46% dai dati del 2012 (p. 151)

2. Uso turistico, culturale o produttivo? mentre un tempo si diceva “Con la cultura non si mangia”, ora i politici pensano alla valorizzazione ma limitata al turismo, cioè indirizzato non ai cittadini ma ai forestieri. La cultura pesa in Italia sul PIL ma per le esportazioni.

3. Potenziale e creatività delle ICT è ostacolato dalla mancanza di competenze digitali. Eppure siamo al 4 posto in Europa per uso dei videogiochi (p. 152) ma solo 35% usa Internet per motivi culturali! la classe “creativa” ossia gli “artefici della smaterializzazione” che potrebbero creare valore ci sono? (pag. 155)

Le cause dei mali del settore sembrano concentrarsi in una perversa alleanza tra burocrazie e conservatorismo che impedisce di usare la cultura per la creatività e l’innovazione: su questo mi trovo d’accordo! Quali attori vecchi e nuovi hanno la responsabilità del cambiamento? li trovate a pag. 171 e tra questi ci sono le biblioteche.

Questi i problemi e quali le soluzioni? più spazio ai privati, Agenda digitale più concentrata sui “prodotti” culturali e industria manifaturiera, ridefinire il ruolo della creatività! (pag. 175). Più spazio ai privati potrà migliorare la partecipazione al patrimonio culturale? oppure potrà aumentare gli ostacoli all’accesso? Non si parla nel report di business model.

Soprattutto gli utenti sono visti come consumatori di prodotti culturali.

Il ruolo delle biblioteche potrà ripartire dagli utenti e non dai prodotti e questi sono partner attivi e non consumatori passivi. (To be continued…)

Annunci
  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: