Archivio per maggio 2018

L’evoluzione della biblioteca digitale: dall’accesso alle risorse elettroniche alla creazione e alla cura dei dati

Schermata 2018-05-08 alle 21.09.27

Lo scopo di questa presentazione oggi ad IDEM è quella di esaminare le prime risposte delle biblioteche digitali all’opportunità di coinvolgimento nel ciclo della ricerca, con servizi di supporto che possano facilitare la comunità accademica e il raggiungimento degli obiettivi istituzionali.

Una visione ristretta della biblioteca digitale la vede come un semplice repository di contenuti digitali, che vengono memorizzati alla fine del loro ciclo di vita. Questa visione ristretta della biblioteca digitale può costituire un ostacolo per la gestione dei dati di ricerca. I ricercatori hanno infatti bisogno di un servizio a tre livelli: un archivio digitale individuale, un archivio da condividere con una comunità scientifica conosciuta, un archivio digitale di dati pubblicati e aperti per il ri-uso. Le biblioteche digitali possono essere la soluzione giusta per questo bisogno, ma devono essere concepite con un approccio più ampio e viste come sistemi che abbracciano l’intero ciclo di vita della ricerca, per gestire diversi risultati della ricerca e consentire il loro ri-uso.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Lascia un commento

Bibliotecario dei dati: un Panel come evento collaterale del Convegno delle Stelline

La biblioteca accademica deve essere considerata dal punto di vista dei suoi utenti e sempre di più degli “stakeholder”, come i rettori o più in generale gli amministratori delle università: di fronte alla crescita dell’importanza della pubblicazione e del ri-uso dei dati di ricerca, i bibliotecari hanno l’opportunità di contribuire alla missione dell’istituzione con servizi di supporto alla gestione dei dati ed avviare nuove partnership collaborare con i ricercatori.

Anche biblioteche di ricerca che hanno avviato esperienze di digitalizzazione negli anni ed hanno una quantità di dati da gestire devono poersi sempre di più la domanda per la sosteniblità e la manutenzione della qualità del loro “capitale digitale”.Il Seminario tematizza da un lato la complessa sfida della  “data curation” e d’altro lato mette a fuoco  la necessità di un “bibliotecario dei dati” oppure “data manager”  e le sue competenze allo scopo di costruire un curriculum adeguato per la sua formazione e aggiornamento.

Keynotes

Buone pratiche

Maria Laura Vignocchi

Danilo Deana
Fabio Cusimano

Lascia un commento