Archivio per la categoria visione

Mini Caucus dei bibliotecari italiani a IFLA WLIC 2013, Singapore

Per il secondo anno consecutivo i bibliotecari italiani che partecipano al WLIC IFLA a Singapore si incontreranno per un Mini (perchè siamo pochi!) Caucus il 19 agosto alle 12:30 nella stanza 301.

L’agenda della discussione include:

h 12:30 Introduzione
Attività dell’IFLA di rilevanza per i delegati italiani: Trend report, Committee on standards, Satellite a Torino nel 2014. I Seminari Notizie da IFLA realizzati da AIB Toscana
Anna Maria Tammaro
(IFLA Governing Board)

h 12.45
Attività dei delegati italiani nelle Commissioni IFLA

DIV I
Library and Research Services for Parliaments
Raissa Teodori

DIV II
Preservation and Conservation
Ornella Foglieni

DIV III
Cataloguing Section
Massimo Gentili Tedeschi

Working group on Standards Manual
Agnese Galeffi

Knowledge Management
Leda Bultrini

DIV IV

h 13.15
Attività IFLA in Italia, Expo Milano
Stefano Parise (Presidente AIB)

h 13.30 Conclusioni e Foto di Gruppo

 

Annunci

,

Lascia un commento

Pianificare e applicare gli scenari: il progetto ARL per le biblioteche speciali

ARL 2030 Scenario

Per le biblioteche pianificare il futuro è un’attività di pianificazione strategica per favorire l’integrazione con la propria istituzione di riferimento intorno al cambiamento.

Il Progetto “Envisioning Research Library Futures: A Scenario Thinking Project”, avviato da ARL nel 2010, include una serie di attività per aiutare le biblioteche a saper pianificare gli scenari ed a scegliere il modo migliore per utilizzarli.

La guida ARL 2030 Scenarios è progettata per essere una risorsa a supporto della pianificazione ed applicazione di scenari.

Lascia un commento

No Brief Candle: quale futuro per le biblioteche universitarie?

pub142cover
Nel febbraio 2008, CLIR ha convocato 25 esperti (bibliotecari, editori, docenti e informatici) per discutere le sfide e le opportunità che le biblioteche potranno affrontare nei prossimi cinque-dieci anni, e come i cambiamenti nella comunicazione scientifica influenzeranno la biblioteca universitaria del futuro. L’e-book raccoglie i saggi che sono stati diffusi ai partecipanti in anticipo, come contesto per la discussione, nonché una sintesi della riunione.
Il cambiamento del contesto è evidenziato in almeno tre aspetti: l’editoria digitale ed il cambiamento della comunicazione scientifica, l’e-science e l’infrastruttura necessaria, l’e-learning ed una maggiore integrazione con la didattica.

Lascia un commento

Qual e’ l’impatto delle biblioteche?

Un’interessante discussione durante il WS alle Stelline ha evidenziato la percezione che i bibliotecari hanno dell’impatto delle biblioteche sulla Societa’.
Oggi la biblioteca da’ l’accesso a risorse informative ed e’ uno spazio sociale per la comunita’ o istituzione di riferimento. Tuttavia e’ difficile avere delle misure che evidenzino l’impatto delle biblioteche.
 Per diventare un servizio essenziale e’ richiesto un cambiamento di prospettiva, ma quale?
Diverse proposte per contribuire attivamente alla Societa’: diventare luoghi di “conversazioni” tra stakeholders, facilitare la formazione permanente, stimolare la creazione di conoscenza.
Gli ostacoli sono sia esterni che interni: Amministrazioni assenti e mancanza di formazione adeguata. 

Lascia un commento

Ripartire dalle biblioteche per rivitalizzare la Società

Il Workshop, durante il Convegno delle Stelline a Milano,  vuole dare una sintesi delle priorità, tendenze e direzioni che IFLA suggerisce alle biblioteche per adeguarsi alla Società dell’Informazione. Verranno illustrati il tema della Presidente Eletta “Strong Libraries = strong societies, l’attività presso i forum WSIS, WIPO, il Trend Report sulla digitalizzazione, l’impatto del programma di corsi in linea Building Strong Library Association. Malgrado le differenze di contesto, c’è una forte convergenza di problematiche e tendenze in tutte le biblioteche, con un nuovo approccio ai servizi disegnati sui bisogni degli utenti ed una nuova biblioteconomia partecipata. La traduzione del libro di Lankes “Atlas of Librarianship” che descrive questo modello, ha evidenziato alcune differenze culturali come possibili ostacoli per l’innovazione dei servizi su cui si aprirà la discussione coi partecipanti.

Lascia un commento

Technology Enhanced Learning

Una sintesi del Rapporto 2012 di UCISA (fondato da JISC) in UK dice:

Strategies driving investment in technology enhanced learning (TEL) in higher education

  1. Dedicated e-learning strategies are less influential than in previous years
  2. Corporate strategies becoming more important
  3. JISC and HEFCE strategies are influential

Drivers for TEL

  1. Enhancing quality of learning and teaching
  2. Improving access for distance and off campus learners becoming more important
  3. Meeting student expectations

Barriers and enablers

  1. Enablers – availability of TEL support staff; senior management support; departmental support
  2. Barriers – money; time; culture. Staff knowledge is less of a barrier than in previous surveys

Mobile optimised services

  1. Providing access to library services is one of the most popular mobile optimised services offered by institutions. Other popular mobile services include access to course material and course announcements
  2. Centrally supported services are being rolled out to support iPads; iPhones and Android devices.

,

Lascia un commento

Googleization: the point of view of Siva Vaidhyanathan

Estratto dal discorso appassionato durante il WLIC di Helsinki di Siva Vaidhyanathan, autore del libro Googleization of everything (and why we should worry)

The ambitious mission of Google is to organize access to the information of the world. It is one of the most successful company of the World. The idea that if one has access to the best knowledge of the world, you can become better citizen is a current utopia of humanity. This dream of universal access to Comprehensive knowledge is now driven by Google books, as more accessible collection than in the library. However, metadata in Google Books is quite a disaster. Also used standards are weak. Privacy is an issue! Preservation should be permanent process. And what can happen to Google company in 50 years? It is not an institution which can remains over time. The human knowledge project however is proposed by Google as a sustainable system based on technology. It is more than a collection of books.

Public domain want to be free and sustained by public taxes. It should be multinational and multilingual. Playesr as Unesco, libraries are the right actors in this project.

Lascia un commento

Moscow Declaration

Si è tenuta a Mosca, dal 24 e al 28 giugno, l’International Conference on Media and Information Literacy for Knowledge Societies promossa dall’UNESCO e IFLA a cui hanno partecipato 140 persone provenienti da 40 paesi .

Sul sito sono disponibili i materiali utilizzati e i reports dei lavori svolti dopo la conferenza.

Dalla conferenza è uscita The Moscow Declaration on Media and Information Literacy.

, , , , , , , , ,

Lascia un commento

Fiesole retreat 2012, opening

Bruno Racine, direttore della Biblioteca Nazionale francese apre il Fiesole retreat 2012 dal titolo “Advancing global scholarship in STM  and the Humanities”.

E’ chiaro lo scopo che le biblioteche devono perseguire: garantire l’accesso libero al maggior numero possibile di risorse digitali, inclusi i dati come prodotto della ricerca.

Lascia un commento

Biblioteche innovative

Un documento per stimolare l’innovazione delle biblioteche è raggiungibile a questo link:

http://vtechworks.lib.vt.edu/handle/10919/18649

L’autore è Brian Matthews, Associate Dean Libraries Virginia Tech e la curva che segue è tratta dal testo:Image

Lascia un commento